INNO242

Il nostro metodo di produzione

Valorizziamo l’eccellenza della cannabis prodotta secondo metodo naturale e sostenibile attraverso l'innovativo disciplinare riconosciuto, in ATS con l’Università di Bari.

Scopri di più

Ricerca e innovazione al servizio dell'eccellenza

L’unicità e la qualità dei prodotti è garantita da INNO242, il nostro innovativo metodo di coltivazione di cannabis prodotta secondo metodo naturale e sostenibile basato su un approccio scientifico alla coltivazione e alla gestione dell’intero sistema di trasformazione e lavorazione.

Riconosciuto in ATS con l’Università di Bari, INNO242 prevede un’organizzazione più efficiente dalle materie prime ai processi produttivi, unita al continuo monitoraggio delle piante e degli ambienti, in linea con i principi del regime di agricoltura naturale e sostenibile.

Germinazione

Accrescimento dei germogli in giffy di torba di alta qualità dopo 48 ore al buio. Temperatura, umidità relativa e fotoperiodo standardizzati con accrescimento sotto speciali led a spettro completo.

Coltura

Ottimizziamo la crescita delle piante utilizzando specifiche tecniche di topping, LST, SCROG e potatura, senza trattamenti chimici per il controllo dei patogeni.

Raccolta

Per ottenere la massima qualità del prodotto finale, raccogliamo a mano le infiorescenze una volta raggiunto il giusto grado di maturazione dopo attente analisi riducendo al minimo gli scarti. Non utilizziamo processi meccanici di larga scala.

Lavorazione

Rimuoviamo le foglie più grandi quando le piante sono ancora ancorate al substrato di coltivazione. Poi procediamo alla recisione della pianta intera e al trasporto all’interno degli ambienti di essiccazione.

Essicazione

Essicchiamo uniformemente i fiori, in un ambiente a temperatura e umidità controllata, per favorire la perdita dei liquidi in eccesso e la fissazione delle proprietà organolettiche.

Concia e stoccaggio

Conserviamo le infiorescenze al buio, in contenitori ermetici di vetro e/o acciaio, a temperatura e umidità controllate. Ogni settimana, interveniamo per favorire il ricambio d'aria e preservare il bouquet aromatico e la salubrità delle infiorescenze.

1. Germinazione

La germinazione avviene dopo l’imbibizione per 48 ore in torba di alta qualità pre-formata, pressata e liofilizzata con diametro di 41 mm, posti in una serra germinativa con temperatura e umidità controllata e fotoperiodo standardizzato. In seguito, i germogli vengono trapiantati in celle di coltivazione dotate di moduli led a spettro completo, dimmerabili manualmente da 0 a 100%.

Per ridurre l’insorgenza di malattie fungine e irrobustire le piante, sono presenti impianti di abbattimento della temperatura, estrazione, ventilazione per il movimento dell’aria e insufflaggio di CO2 per migliorare l’efficienza fotosintetica.

La coltivazione aziendale avviene utilizzando substrati organici di alta qualità come torba e humus di lombrico in rapporto volumico di 3:1 v/v, dispensati in sacchi riciclabili di variabile litraggio dai 30 ai 50 litri. Non vengono utilizzati concimi chimici o trattamenti di tipo chimico per espressa volontà aziendale, sia per la coltivazione indoor che outdoor.

2. Coltura

Durante la fase vegetativa, le plantule vengono portate alle dimensioni desiderate con tecniche come Topping, LST, SCROG e potature, per massimizzare l’efficienza dello spazio e ottenere la massima resa.

L’acqua somministrata ha un pH controllato e vengono effettuati interventi di nutrizione organica quando necessario, in base alle eventuali carenze manifestate. Inoltre, le piante vengono alleggerite dalle foglie seguendo un preciso criterio ad intervalli standardizzati.

Il controllo fitosanitario si basa sulla lotta biologica, con un minuzioso monitoraggio dell’andamento della coltura e lanci preventivi di antagonisti biologici come Neoseiulus californicus, un acaro predatore attivo contro il Ragnetto rosso (Tetranychus urticae).

La fioritura viene indotta con una sensibile riduzione delle ore di luce, sfruttando la fotoperiodicità delle varietà di interesse, sia attraverso l’utilizzo di luce artificiale per la coltivazione indoor, sia con luce naturale per la coltivazione outdoor e in green-house. La parola chiave del ciclo colturale è la qualità, ottenuta attraverso tecniche e strategie mirate e rispettando gli standard aziendali di lotta biologica e nutrizione organica.

3. Raccolta

La raccolta avviene solo quando le infiorescenze hanno raggiunto il giusto grado di maturazione, determinato attraverso analisi del contenuto in acqua delle infiorescenze fresche.

La raccolta avviene interamente a mano, con estrema cura e precisione per ottenere tagli precisi e preservare l’aspetto, la componente terpenica e il contenuto in resina, donando un aspetto più accattivante e curato al consumatore finale.

Tutte le parti della pianta vengono trattate con uguale cura e il materiale raccolto può essere destinato a diverse fasce di mercato, come uso tecnico, alimentare, cosmetico e farmaceutico.

In contrasto con la lavorazione meccanica, che permette una lavorazione più veloce ma con inevitabile perdita di qualità e shelf life del prodotto, la raccolta manuale garantisce la massima qualità del prodotto. La qualità è sempre il punto focale, sia per la raccolta indoor che per quella outdoor e in green-house.

4. Lavorazione

La lavorazione pre e post raccolta inizia con la rimozione delle foglie più grandi, chiamate prendi sole, mentre le piante sono ancora ancorate al substrato di coltivazione. Successivamente, le piante vengono recise interamente e trasportate negli ambienti di essiccazione.

Una volta lì, le piante vengono essiccate uniformemente in un ambiente controllato di temperatura e umidità, senza essere tagliate, per permettere la perdita di liquidi in eccesso e preservare al massimo le proprietà organolettiche.

Successivamente, le piante vengono sottoposte a una lavorazione accurata, dove le infiorescenze vengono separate dalle foglie rimanenti e dalle parti meno pregiate della pianta. Le infiorescenze vengono quindi selezionate e qualificate in base alla loro forma, dimensione, aroma e contenuto di resina.

Infine, le infiorescenze vengono confezionate e pronte per la commercializzazione, garantendo la massima qualità del prodotto. La lavorazione pre e post raccolta è fondamentale per preservare la qualità del prodotto e garantire la soddisfazione del consumatore finale.

5. Essicazione

L’essiccazione è il processo più importante nella lavorazione delle infiorescenze di cannabis, in cui le piante vengono fatte essiccare uniformemente senza essere recise, a temperatura e umidità controllata. Questa fase è cruciale per garantire la massima qualità del prodotto, preservando le caratteristiche organolettiche delle infiorescenze.

Le piante vengono appese all’interno di una camera buia e ventilata con parametri controllati per evitare potenziali infezioni fungine che potrebbero compromettere l’intero lavoro di coltivazione. La buona essiccazione richiede in media tra i 10 e i 14 giorni e deve essere graduale per permettere una perdita d’acqua lenta e controllata, mantenendo comunque un preciso grado di umidità delle infiorescenze in base alle preferenze dei consumatori e agli standard aziendali.

Una volta raggiunto il grado ottimale di essiccazione, si passa alla fase di trimming rigorosamente manuale, dove gli operatori specializzati eseguono un ulteriore controllo della qualità finale del prodotto, eliminando le parti non pregiate e selezionando solo le migliori infiorescenze esteticamente e sanitarimente. Le infiorescenze che non superano questa fase andranno incontro ad ulteriori trasformazioni. La fase di essiccazione e trimming sono fondamentali per ottenere un prodotto di alta qualità e garantire la soddisfazione del consumatore finale.

6. Concia e stoccaggio

Dopo la fase di essiccazione e trimming, le infiorescenze passano alla fase di concia, che consiste nello stoccaggio del prodotto per permettere un’affinazione progressiva e permanente. Nel nostro caso, lo stoccaggio viene fatto coincidere con la concia.

Le infiorescenze vengono conservate in contenitori di vetro a chiusura ermetica e posti al buio in camere con temperatura e umidità controllate. Questo permette di preservare le proprietà organolettiche del prodotto e garantirne la salubrità nel tempo.

Settimanalmente, i contenitori vengono aperti e smossi per consentire il corretto ricambio d’aria al loro interno, il che esalta il bouquet aromatico dei fiori. Questo processo di concia è fondamentale per ottenere un prodotto di alta qualità, garantendo al contempo la sua conservazione nel tempo.

La concia richiede tempo e attenzione, ma è fondamentale per garantire al prodotto finale la massima qualità organolettica e preservarne la freschezza nel tempo. Grazie a questa fase di lavorazione accurata, siamo in grado di offrire ai nostri clienti un prodotto di altissima qualità e soddisfare le loro aspettative.

Cherry PLUS, il frutto dell'eccellenza

L’esperienza dei nostri coltivatori unita all’efficacia del metodo INNO242 ha prodotto nel tempo una naturale evoluzione della varietà Cherry dando vita a Cherry PLUS, la nostra cannabis potenziata.

Una varietà d’eccellenza dall’alto contenuto di CBD, basso livello di TCH (<0,5%) e ottime proprietà organolettiche dal colore verde acceso e profumo piacevole, intenso e fresco con note acidule di limoni e agrumi.

Cherry PLUS è nata in modo 100% naturale grazie all’impiego di micorrize selezionate in combinazione con i concimi organici, le condizioni favorevoli del microclima e il controllo del PH dell’acqua di irrigazione.